mercoledì 27 luglio 2011

Ancora bionde chiome fulminate

Altra dimostrazione di quanto il film di Thor mi abbia positivamente colpito, risalente a pochi giorni dopo l'uscita nelle sale:


Però concedetemelo: la decorazione in petto del costume, nonostante tutto, proprio non la posso vedere!

giovedì 14 luglio 2011

Bionde chiome fulminate

All'uscita nelle sale del film di Thor, da buon nerd, fui tra i primi a recarmi a vederlo, portando con me, da buon nerd, la dovuta diffidenza.

Schiaffeggiato moralmente dalla sorprendentemente buona riuscita della pellicola, capitava che mi si trovasse a disegnare ormai solo il biondone col martello.


E qui davvero il bianchetto si spreca...
posso dire di aver contribuito a saziare la mia fame di tempo fa.

lunedì 11 luglio 2011

Gente da "Cultura & Società"

Quasi dimenticavo: lo scorso 25 giugno il quotidiano "la Città" sfoggiava la schiena della "furia" qui sopra, come appariva tempo fa in compagnia della zanzara gialla (non abbiate timore se aprendo il link vi apparirà bianca).
L'articolo era dedicato a "Sarno a fumetti", nonchè, come cita, al "battesimo per Zavana Fanzine".

In alto (in dolce compagnia) Vincenzo Cucca, ospitato nella rivista con un'intervista
Invito inoltre a visionare un bel video fatto per celebrare Zavana a Sarno: http://www.youtube.com/watch?v=PMbGoApJtWA&feature=player_embedded

domenica 10 luglio 2011

Immagini aversane

Da giorni ormai sono arrivate, sul blog di Zavana, le foto della presentazione della rivista ad Aversa (di cui qui e qui), tenuta presso la fumetteria Herozone. Copio e incollo:

Da sinistra: Daniele De Crescenzo, uno smilzo Superman con ancora gli occhiali in faccia, e Pasquale Qualano


Ancora io e Pasquale

Il mio Superman (quel giorno sarà stata un'inconscia fissazione) rinominato "San Superman"

Un mio annacquato omaggio (in progress) alla fumetteria

Un "grazie" a...

ATTENZIONE: il contenuto di questo post, fatto di informazioni personali dell'autore, potrebbe non rientrare nell'interesse del vasto pubblico (sempre che ce ne sia uno).


Se al termine della seconda prova, vigilia dell'ultima scritta, la voce che mi rimbombava nelle orecchie urlava: "andiamo a Berlino!", la stessa, alla fine dell'intero esame di Stato, faceva così:


Per la positiva condotta dell'esame:

thanks to ad Alan Moore e Dave Gibbons, fondamentali dispensatori di materiale per la stesura della mia tesina che spiega Watchmen;

un merci a Delacroix, decisiva ispirazione per la mia progettazione;

un grazie a Paolo Mazzeo, e al "suo" D'Annunzio dell'ultimo secondo;

un grazie a Davide Maresca, complice di terza prova;

cinque grazie ad Andrea, Benito, Francesco, Walter, Roberto, per il loro indispensabile sostegno (sperando che un giorno capitiate da queste parti);

un ultimo ma più importante grazie alla mia ragazza Francesca, e al più grande appoggio morale che potessi desiderare.


Liberato dunque da un gravoso peso, ora è tempo di lavorare!

domenica 3 luglio 2011

Suggestioni aversane



Fuochi commemorativi o di segnalazione (più verosimilmente di smaltimento) in strada, come non se ne vedevano dai tempi di Gondor, uno dei quali minacciava una vicina stazione di servizio.

L'aria sapeva di rapina.

Un TomTom si faceva beffa di tre malcapitati viandanti confinandoli tra vie "senza nome", sentieri dissestati (nei quali si crede siano stati notati oscuri tappeti rigonfi di sagome umane), paeselli nominati in maniera da suscitare diffidenza nei confronti dei loro abitanti, come Sicignano, e che sembravano sfuggire alla realtà sensibile.

Ma soprattutto: una vecchietta che, avendo testato la buona disposizione dei detti tre a lasciarla attraversare davanti alla loro auto, ha tenuto con scrupolo a porgere i suoi ringraziamenti in maniera sinistra ed acuta, come a voler dichiarare che tali concessioni, in quei posti, non sono usuali.

Questo il resoconto generale di un viaggio funestato sul nascere da un ritardo del treno di circa un'ora, che ci ha costretti a proseguire in auto insegnandoci le suggestioni di cui sopra.

Nonostante tutto, i detti tre, io, Daniele e Maurizio, siamo riusciti ad arrivare alla fumetteria nella quale eravamo attesi, accolti come la strada prima non aveva fatto.
La giornata si è rivelata piacevole come nelle aspettative, resa tale da un simpaticissimo e goliardico Maurizio (proprietario di Herozone, nonchè l'omino logo in alto nel post), tra disegni miei, di Daniele e di Pasquale Qualano, anche lui ospite lì.

La struttura è veramente bella, ampia e di respiro, che accoglie diversi disegni originali alle pareti tra i quali con grande sorpresa e onore ho scoperto un mio vecchio Batman fatto a Sarno '09.



Consiglio vivamente di visitarla.

Bravo Maurizio! E grazie ancora per l'invito.